lunedì 23 dicembre 2013


 CASTAGNACCIO (VEGAN)



Dolce tradizionale della mia città che sfrutta uno dei prodotti locali , le castagne..per chi ancora non lo conosce dico che è facilissimo da farsi.. è buono anche semplice con una spolverata di pinoli sopra,  ma ricoperto con la panna di cocco io lo trovo sublime,  ma bando alle parole ecco la ricetta:

Ingredienti 
500 gr. di farina di castagne, 
2/3  bicchiere di acqua, 
1 bicchiere di latte di soia q.b. per fare una pastella liscia e fluida, 
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva, 
100 gr. di uvetta ammollata , 
100 gr. di pinoli, 
15 gherigli di noci , 
un pizzico di sale fino

Preparazione : sciogliere bene la farina con l'acqua e il latte (la quantità di acqua varia da farina a farina consiglio di metterla poco alla volta) quanto basta per eliminare i grumi ed ottenere una crema non troppo densa e non troppo liquida , (io frullo tutto con il frullatore ad immersione) aggiungere l'uvetta ammollata precedentemente ,1/2 dei pinoli (50 gr. gli altri 50 gr. verranno messi sopra), le noci tritate grossolanamente, un pizzico di sale, mescolare bene e lasciare riposare per 1/2 ora. Versare tutto il composto in una teglia grande precedentemente oleata (oppure usare la carta oleata) spolverare sopra i pinoli rimasti , un filo di olio e infornare a 200° per circa 40/50 minuti fino a che non il composto non si sarà asciugato e si sarà formata una crosticina tutta crepata. 

giovedì 12 dicembre 2013


GNOCCHI AL CIOCCOLATO (VEGAN)



Oggi gnocchi!!! Certo che al momento di servire è calato un profondo silenzio, solo mio figlio ha azzardato un gnocchi al cacaoooo?” Ed io “perché no? Se poi non ti piacciono puoi sempre passare al secondo” (non a caso avevo preparato più piatti del solito, forse chissà avevo paura della non riuscita?). Non ne è rimasto nemmeno uno!!!!. La combinazione poi con la Besciamella “formaggiosa” è perfetta!

Ingredienti:
1 kg di patate
300 g di farina0 (varia a seconda del tipo di patata usata)
100 g di cacao amaro
sale fino per l’impasto
sale grosso per l’acqua di cottura
Procedimento:
Fare gli gnocchi come sempre… io metto le patate con la buccia in una pentola piena d’acqua e le faccio bollire, poi le scolo, le pelo e le passo al passatutto, dopodiché verso la farina e in questo caso anche il cacao sulla spianatoia, unisco le patate il sale. Con le dita sbriciolo il tutto farina patate e cacao amalgamando tutti gli ingredienti insieme, poi impasto con cura e confeziono gli gnocchi… Così è come li faccio io, comunque poi portare ad ebollizione in una pentola l’acqua salata e immergerli dentro e quando affiorano scolarli e condirli con la salsa calda.

giovedì 30 maggio 2013


STUZZICHINI ALLA PIZZAIOLA (VEGAN)

Ideali per aperitivo o rompi-digiuno sono facilissimi, buoni  al gusto di pizza.




Ingredienti:
180 gr. di farina
100 gr. di pane-grattato
olio extravergine d'oliva
passata di pomodoro q.b.
1 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaio di Ketchup
origano

Preparazione si inizia con il mescolare bene tutti insieme i prodotti secchi (farina, pane-grattato, sale) si  aggiunge l'olio fino ad avere un impasto granuloso, a questo punto si aggiunge la passata di pomodoro e il kechup  un po' di origano, si mescola e si impasta anche un po' con le mani fino ad arrivare ad un impasto tipo pasta per pizza.   Avvolgere il panetto ottenuto con un foglio di pellicola trasparente e lasciarlo riposare in frigo per una ventina di minuti. Dopodiché stendere la pasta uniformemente (3 cm circa di spessore) in una teglia oleata precedentemente,  si taglia a striscette una spolverata di origano e si inforna a 180° (il tempo dipende dai forni) comunque circa 20/25 minuti.

mercoledì 29 maggio 2013


STRACCHINO VEGANO


Come consistenza è molto simile allo stracchino originale senza però quel retro gusto di latte vaccino (che ora solo sentire il suo odore anche in lontananza mi farebbe venire una forte nausea) a mio gusto è molto buono tant'è vero che quando è pronto devo trattenermi dal non finirlo tutto. Lo metto un po' dappertutto sul pane, mescolato alle verdure preparate, sulla pizza, come riempimento ecc...  

Ingredienti:
6 cucchiai di latte di soia (non dolcificato) 
2 cucchiai colmi di fecola di patate
300 ml. di panna di soia
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
3 cucchiai di yogurt di soia (circa 150 gr,)
1 cucchiaino di sale fino

Preparazione: è molto semplice ho messo gli ingredienti eccetto lo yogurt nel frullatore ad immersione e ho frullato bene bene, poi ho versato il tutto in un pentolino e fatto cuocere per circa 15 minuti mescolando continuamente con un mestolo di legno. Quando cominceremo a vedere che non aderisce più al pentolino si aggiunge lo yogurt e si mescola ancora per 1 minuto. Si toglie dal fuoco e si lascia raffreddare e si mette poi in una ciottolina oleata precedentemente.  Mettere in frigo x 24 ore. più sta in frigo e più si consolida.

martedì 28 maggio 2013



FAGIOLI IN UMIDO (VEGAN)



Un contorno molto saporito della cucina locale... un po' di tempo fa i lavoratori del marmo (cavatori) mettevano questi fagioli dentro un filetto di pane svuotato della mollica e poi ricomposta, era la loro colazione. A noi ora potrà sembrare un po' calorica ma loro poverini di calorie ne consumavano tante. Questa parentesi storica per dire e suggerire che oltre ad essere un ottimo contorno, posato su delle fette di pane casareccio e condite con un filo di olio evo crudo formano da sole un secondo sostanzioso. OTTIMI !!!!
P.s. per una ricetta più veloce si possono usare anche i fagioli in scatola si evita chiaramente la lessatura.

Ingredienti:
300 gr. di fagioli borlotti
concentrato di pomodoro (quello in tubetto) o pomarola pronta oppure 1/2 e 1/2 oppure passata di pomodoro.
2 spicchi d'aglio
qualche foglia di salvia
olio extravergine d'oliva
1 dado vegetale
sale fino

Preparazione: far ammollare i fagioli in acqua fredda per una notte intera; scolarli, metterli in una casseruola e ricoprirli di acqua fredda, cuocerli a calore moderato (consiglio di tenere basso e costante il calore dell'acqua. altrimenti si rischia di non far cuocere bene i fagioli). Scolarli al dente e mettere da parte l'acqua. Scaldare in un tegame di terracotta l'olio con le foglie di salvia, gli spicchi d'aglio vestiti; dopo la rosolatura si tolgono gli agli si aggiunge una spruzzatina di concentrato di pomodoro si fa rosolare leggermente e si aggiunge subito un po' dell'acqua della lessatura, il dado e si mescola il tutto per qualche minuto, poi si uniscono i fagioli cotti al dente con un pizzico di sale. Fare stufare a fuoco lento cercando di non far perdere l'ebollizione e se necessario aggiungere ancora dell'acqua. Invece del concentrato di pomodoro si può usare 300 gr. di passata di pomodoro a questo punto bisogna regolarsi eventualmente con poca aggiunta di acqua. Con il concentrato però secondo me rimangono più saporiti ma vanno benissimo anche più delicati.

lunedì 27 maggio 2013


PANNA DI COCCO CRUDISTA (VEGAN)



Semplicissima da farsi basta frullare ad alta velocità la parte solida scolata bene bene dal suo liquido, di 2 lattine di latte di cocco fredde da frigorifero) per qualche minuto e il risultato è una panna-crema buona, adatta per dolci e macedonia crudiste e non.
Per una maggiore consistenza volendo si può anche aggiungere una banana tagliata e fette e congelata e poi frullata si aggiunge e si continua a frullare.

Ingredienti e preparazione : due lattine di latte di cocco da 400 ml. le lattine vanno messe in frigorifero almeno il giorno prima perchè con il freddo la parte solida tende a staccarsi dall'acqua che andrà eliminata. Frullare ad alta velocità e tenere in frigo se non la si usa subito.

P.s. volendo (naturalmente per le ricette non crudiste) si può aggiungere dello zucchero a velo e si frulla insieme alla polpa di cocco.

giovedì 23 maggio 2013


RICETTA CRUDISTA- CREMA DI MANDORLE E COCCO



Adoro il sapore di mandorle e di cocco, questa crema è una delle mie preferite. E' una crema adatta per dolci crudisti ma  è anche ottima sulla frutta sopratutto sulle fette di banana sempre cruda ovviamente. Se vogliamo possiamo anche aggiungere una spolverata di vaniglia ma è buona anche così.  Le proporzioni degli ingredienti variano a seconda dei gusti e anche la densità della crema. Aggiungere acqua o olio fino ad ottenere la densità desiderata...sempre assaggiando. 

Ingredienti:
180 gr. di mandorle tritate a farina
50 gr. di cocco grattugiato e ammollato
50 gr. di datteri senza nocciolo e ammollati
2 cucchiai di agave
2 cucchiai di cacao amaro
1 cucchiaio di olio di girasole
acqua q.b.

Preparazione. mettere in ammollo i datteri in un po' di acqua x circa 2, in circa 300 ml di acqua si lascia ammorbire anche il cocco grattugiato dopo di che si  frullano bene bene tutti gli ingredienti compresa l'acqua di ammollo del cocco fino a quando diventa una crema. 


l

lunedì 20 maggio 2013


INSALATA DI FAGIOLI (VEGAN)


Questa insalata mi piace molto, ne mangerei a quintali… trovo anche che sia una delle più complete perché ci sono i carboidrati delle patate, le vitamine dei fagiolini e le proteine dei fagioli borlotti.

Ingredienti:
fagiolini
fagioli borlotti
patate
sale
olio evo
Procedimento:
La sua preparazione è molto facile si spuntano i fagiolini alle estremità, si elimina il filo, si lavano e si mettono a cuocere nel cestello della pentola a vapore insieme a delle patate sbucciate e tagliate a pezzi. Si lasciano poi raffreddare e si aggiungono a  dei fagioli borlotti lessati precedentemente oppure qualche volta, quando abbiamo poco tempo possono andare  benissimo anche   quelli in scatola. Si condisce il tutto con del sale fino e dell’olio evo. Gnam, gnam troppo buona!!!

domenica 19 maggio 2013


FORMAGGIO SPALMABILE ALLE NOCI (VEGAN)



In questo tipo di  formaggio le noci devono prevalere ma non esageratamente, più si mescolano frutta secca diversa e più viene buono  perché fatto solo con un tipo di frutta prevarrebbe troppo quel sapore e a me francamente non piace. Sto sperimentando i formaggi e devo dire che più sperimento e più sono convinta che si possono aggiungere nuovi gusti.... la base rimane la stessa (almeno per ora) però la prossima volta voglio provare a farlo più saporito aggiungendo peperoncino e pomodori secchi oppure al gusto di spezie tipo erba cipollina,  origano ecc... la mia cucina oramai sta diventando un vero laboratorio :). Buono sui crostini , nei ripieni, nella pizza, insomma  un po' dappertutto


Ingredienti:
(185 gr. frutta secca) e cioè :
70 di noci tritate
50 di noci di macadamia
35 di anacardi
30 di pinoli
 4 cucchiai di fecola di patate (65 gr circa)
250 ml. latte di soia
100 gr di panna di soia da cucina
1 cucchiaio di lievito a scaglie
10 g. di sale fino
una spolverata di  pepe bianco tritato

Preparazione: si inizia tritando bene la frutta secca e si mette da parte. In un pentolino ho messo il latte, la panna, la fecola,  il sale e il pepe e ho frullato tutto con il frullatore a immersione (si può fare anche a mano naturalmente ma con il frullatore si fa prima e non rimangono grumi) e poi ho cominciato a farlo cuocere basta pochissimo che si addensa.  Si toglie dal fuoco e si aggiunge il lievito a scaglie (il lievito è meglio non farlo cuocere per non fargli perdere le sue favolose proprietà) e tutta la frutta secca, si mescola bene, bene e si posa in piccoli formine unte con un poco di olio d'oliva (rimarrà sempre morbido ma mi piace l'idea di dargli un po' do forma tondeggiante). Si lascia raffreddare e poi si mette in frigorifero. con il passare del tempo tenderà a compattarsi.

giovedì 16 maggio 2013


MORBIDELLE DI PATATE (VEGAN)


Quando ho poca voglia di cucinare mi faccio queste morbidelle... buone, veloci e così  facili  che anche un bambino riuscirebbe a farle..la quantità degli ingredienti varia a seconda del numero delle persone, per me ho utilizzato 2 patate medio-piccole. Ricetta sfiziosa !

Ingredienti
patate grattugiate crude
pane grattugiato
sale e pepe q.b.
olio extravergine d'oliva

Preparazione: grattugiare bene le patate (a crudo), aggiungere il pane grattugiato, il sale e il pepe e mescolare bene. Si divide il composto a mucchietti e gli si da una forma tondeggiante piuttosto piatta, si appoggiano poi delicatamente in una padella antiaderente unta leggermente con l'olio. Si lascia cuocere prima da una parte e poi si gira dall'altra fino a che non avranno preso quel bel colorito dorato. Durante la cottura si consiglia ogni tanto di premerle con la forchetta per farle aderire meglio. Più facili di così non si può. Facili-facili, buone-buone.

mercoledì 15 maggio 2013


PEPERONI SEMICRUDISTI (VEGAN)




La stagione ideale per integrare le ricette crudiste è sia la primavera che l'estate, la natura con tutti i suoi meravigliosi frutti ci da sicuramente una mano a vincere un po' dei nostri pregiudizi. Ricetta buona, veloce da preparare e molto appagante.

Ingredienti:
peperoni gialli
240 gr di ceci cotti
1 cucchiaio di capperi sottoaceto
1/2 cucchiaino di senape
1 cucchiaino pieno di tahin
1/2 limone spremuto
sale fino
acqua q.b.

Preparazione: dopo aver lavato i peperoni si aprono e si dividono se sono grandi in 4 parti poi si prepara la crema mettendo tutti gli ingredienti nel frullatore ad immersione e aggiungendo acqua fino a che non si otterrà una salsina consistente ma morbida, si assaggia di sale e se è il caso si corregge. Questa praticamente sarà praticamente la salsa con cui andremo a riempire i nostri peperoni.

lunedì 13 maggio 2013


INSALATA DI FAGIOLI


Questa insalata mi piace molto, ne mangerei a quintali… trovo anche che sia una delle più complete perché ci sono i carboidrati delle patate, le vitamine dei fagiolini e le proteine dei fagioli borlotti

Ingredienti:
fagiolini
fagioli borlotti
patate
sale
olio evo
Procedimento:
La sua preparazione è molto facile si spuntano i fagiolini alle estremità, si elimina il filo, si lavano e si mettono a cuocere nel cestello della pentola a vapore insieme a delle patate sbucciate e tagliate a pezzi. Si lasciano poi raffreddare e si aggiungono a  dei fagioli borlotti lessati precedentemente oppure qualche volta, quando abbiamo poco tempo possono andare  benissimo anche   quelli in scatola. Si condisce il tutto con del sale fino e dell’olio evo. Gnam, gnam troppo buona!!

mercoledì 8 maggio 2013


MARGARINA (VEGAN)



La margarina è un prodotto alimentare, di consistenza cremosa, è una emulsione di lipidi ed acqua, quella in commercio è fatta con grassi vegetali non idrogenati e oli vegetali che vengono idrogenati secondo il processo di indurimento, tali grassi induriti sono poco digeribili dal metabolismo umano e contribuiscono al formarsi di placche arteriosclerotiche e ad altre conseguenze negative date dall'accumularsi di residui grassi. Alla luce di tutto questo ho deciso di produrmela da sola con due opzioni tenerla morbida o compatta, per la prima quella più cremosa (che andrà tenuta nel frigo) si può usare subito  per l'altra  (la più compatta) è semplicissimo basta tenerla nel freezer non congelerà mai e rimarrà compatta quasi come quella in commercio prendendo anche quel colorito tipoco della margarina.  Nel qual  caso  si decidesse di utilizzare quella congelata va usata subito subito perchè tende a sciogliersi più velocemente. L'ho provata subito sulle fette di riso soffiato e marmellata, buona davvero. L'esperimento è riuscito posso aumentare le dosi per farci anche i dolci. Sono soddisfatta d'ora in avanti userò sempre la mia margarina almeno so di cosa è fatta e cioè di ingredienti che non danneggiano l'organismo
Ingredienti e dosi per fare la prima prova poi si moltiplica in seguito a secondo del consumo:
70 ml. di olio di mais,
20 di olio extravergine d'oliva
30 ml di acqua naturale fredda
10 gr. di lecitina di soia granulare
Mettere la lecitina di soia e un po’ di acqua naturale nel bicchiere del frullatore ( la lecitina deve essere coperta dall'acqua) e si lascia riposare per qualche ora, a questo punto la lecitina sarà morbida morbida e  basterà mescolare accuratamente con un cucchiaino finché non sarà tutta sciolta, senza più granellini visibili. A questo punto si aggiunge alla lecitina  i due oli e si frulla x alcuni minuti e poi si lascia riposare il composto  x 10 minuti in frigo dopodiché si aggiunge l'acqua e si frulla di nuovo fino a che non avrà raggiunto una certa densità, rimarrà sempre comunque morbida tipo maionese. Chiuderla in un contenitore che andrà tenuto in frigorifero-









SIMIL-CAPPUCCINO



Buonissimooo!! L'ho chiamato così perchè coreograficamente sembra un cappuccino invece è una bevanda-frullato fresca che va bene in tutte le stagioni ma sopratutto d'estate quando ho voglia di dolce ma non di zuccheri aggiunti mi faccio questa delizia e questo può succedere per colazione, merenda, dopocena..insomma ogni momento è buono per gustarsi questo spettacolo di sapori.

Ingredienti x 1 bicchiere
1 banana matura congelata tagliata a fette
2 cucchiaini di cacao amaro in polvere (o caffé)
1 bicchiere di latte di soia
2 cucchiai di mandorle sbucciate

Preparazione: tengo sempre nel congelatore una banana matura  tagliata a fette proprio per le voglie improvvise. Questo frullato è molto facile si comincia con  frullare la banana congelata con il cacao (con il caffè è ottima) e 2/3 del latte di soia, si versa poi in un bicchiere,  a parte si frulla bene il rimante latte con le mandorle che verrà versato sopra il frullato precedente.



.

martedì 7 maggio 2013


SALVIA FRITTA-VEGAN



La salvia fritta è veramente un ottima ricetta da utilizzare come antipasto o stuzzichino croccante durante un buffet o aperitivo con amici (farete una bellissima figura). Saporita, veloce da fare e poco costosa.

Ingredienti:
foglie grandi di salvia
farina 00
birra molto fredda (o acqua frizzante fredda)
un pizzicotto di sale fino

Preparazione: è semplicissima, mettere in una ciotola la farina e il sale, mescolare aggiungendo la birra fino ad ottenere una pastella omogenea non troppo fluida ma nemmeno troppo densa, intingervi le foglie tenendole per il gambo e poi friggerle (poche alla volta è meglio) in abbondante olio di girasole o di mais.Fate assorbire per qualche secondo l'olio in eccesso su di un foglio di carta assorbente e poi servire caldissime... presenterete così uno stuzzichino davvero speciale preparato con estrema facilità e velocità.




lunedì 6 maggio 2013


RICETTA CRUDISTA-MOUSSE AL CIOCCOLATO


Sono sincera mangiare dolci sapendo che gli ingredienti sono naturali e salutari considerato che sono un tipo come si suol dire golosa, mi da un particolare godimento sapere poi che anche volendo si potrebbero mangiare anche tutti i giorni una vera estasi!! Questa mousse è buona fresca per questo motivo è consigliabile farla riposare  nel frigo per qualche ora prima di servire. Buona!

Ingredienti:
2 avocadi maturi (ma non molli)
300 gr. di datteri senza nocciolo
2 cucchiai di cacao amaro
una spolverata di vaniglia in polvere (facoltativo)

Preparazione:
è molto semplice si comincia con l'aver messo i datteri in ammollo nell'acqua per qualche ora, si scolano  e si aggiungono  all'avocado sbucciato e fatto a pezzi,  per finire si aggiunge il cacao e si frulla il tutto molto bene. Dopo questa operazione si mette la mousse nelle coppette aggiungendo una fetta di banana per migliorare la coreografia e si lascia in frigo per qualche ora..

PANE ARABO



Il pane arabo è un tipo di pane molto schiacciato, poco cotto, simile alla piadina ma più elastico. Adoro questo pane trall'altro semplicissimo da farsi... fino ad oggi ho sempre usato quello che si trova in giro nei supermercati poi ho deciso di autoprodurmelo anche perché in commercio è difficilissimo trovarlo fatto con la farina bio. Sono felicissima perché l'esperimento è riuscitissimo al primo colpo. Se dovessi dare un suggerimento direi di stendere la pasta prima della lievitazione  perché così è meno appiccicaticcia ed è più facile da stendere con il mattarello.

Ingredienti:
500 gr. di farina 00
2 misurini piccoli di sale fino (8/10 gr.)
1 misurino grande di zucchero di canna (10 gr)
1 bustina di lievito disidratato
300 ml di acqua

Preparazione:
si impastano bene tutti gli ingredienti (come per fare la pasta fatta in casa) fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea dopodiché si andranno a formare delle palline che verranno stese ed appiattite con il mattarello.  Si lasciano lievitare per 30/45  minuti e si cuociono in una padella antiaderente ben scaldata. Le ho rigirate un paio di volte da tutte e due le parti sempre tendole coperte con un coperchio. Si cuociono velocemente e sono pronte quando avranno raggiunto una colorazione tipo piadina. Che dire tiepide sono buonissime ma si possono tenere in un sacchetto di carta in frigo e usarle anche i giorni successivi magari scaldandole tipo tostapane per intenderci.




sabato 4 maggio 2013


BESCIAMELLA FORMAGGIOSA (VEGAN)



BESCIAMELLA FORMAGGIOSA (VEGAN)

Adoro il gusto del lievito a scaglie e questa besciamella, simile come sapore al formaggio fuso, oramai la uso un po’ dappertutto… Ci condisco gli gnocchi, la metto nelle verdure e nelle paste al forno, sugli asparagi lessi, insomma me ne sono innamorata, la trovo deliziosa, più ricca e più saporita della tradizionale. Facilissima da farsi!!! 

Ingredienti:
500 ml di acqua
70 g di farina
0, 50 g di lievito in scaglie
½ cucchiaino di aglio in polvere
5 g di sale fino (circa 1 cucchiaino)
1 cucchiaino di senape
60 ml di olio di girasole

Procedimento:
Mescolare tutti gli ingredienti secchi (farina, lievito, aglio, sale) in un pentolino, aggiungere l’acqua mescolando con una frusta per non formare grumi. Cuocere a fuoco medio, sempre mescolando fino a che non bolle e si addensa, e poi per un altro minuto. Togliere dal fuoco ed aggiungere, mescolando bene l’olio e la senape e servire.

giovedì 2 maggio 2013


FRITTATA DI ASPARAGI SELVATICI (VEGAN)


Chi ha il terreno dove crescono spontaneamente gli asparagi selvatici può ritenersi veramente fortunato, questa pianta come tutte le erbe che crescono nel loro ambiente naturale in equilibrio con altri vegetali sono ricche di principi attivi. Degli asparagi si raccolgono i giovani germogli che spuntano in primavera senza strapparli tagliandoli con un coltello,  e poi si possono usare in cucina lessati conditi con olio e limone, per fare le frittate, risotti, sformati ecc...

Ingredienti per la cottura:
100 gr. di asparagi
acqua. 
1 spicchio di aglio vestito (non sbucciato)
1 cucchiaio scarso di olio extravergine d'oliva
sale fino (un pizzicotto)

Ingredienti per la frittata:
4 cucchiai pieni di farina di ceci
1 cucchiaio pieno di farina di mais (meglio precotta)
acqua q.b. (meglio ancora latte di soia)
sale fino(un pizzicotto)

Preparazione: è facilissima si comincia con lo spezzettare i germogli che dopo averli lavati si metteranno in un pentolino con acqua tanto da coprirli di un paio di dita, 1 spicchio di aglio, l'olio un pizzico di sale e si lasciano cuocere fino a che non sono morbidi, bastano pochi minuti. Nel frattempo avremo preparato la pastella  sbattendo le farine con una forchetta fino a che non è liscia e senza grumi a questo punto  ci si aggiunge gli asparagi cotti e scolati, si mescola bene e in una padella antiaderente unta leggermente con l'olio ci si versa il tutto e si fa cuocere prima da una parte poi dall'altra. Veramente ottima!!!







martedì 30 aprile 2013


MAIONESE CRUDISTA


L'avocado è uno dei pochi frutti ricco di grassi (prevalentemente monoinsaturi) e povero di zuccheri, questa sua caratteristica lo rende adatto per abbinamenti ottimi sia dolci che salati. Questa maionese è un altro classico dell'alimentazione crudista è molto semplice da farsi l'unica cosa che mi sento di consigliare è di cercare un avocado maturo che al tatto deve essere cedevole ma non troppo molle. OTTIMA salsa da gustare con gambi di sedano, bastoncini di carota e altre crudité.

Ingredienti:
1 avocado bello maturo
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva spremuto a freddo
7 noci (tritate con il macinaffé)
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cucchiaio di senape
sale fino (3 gr)

Preparazione: mettere nel bicchiere del frullatore ad immersione la polpa di avocado tagliato a pezzi  (sbucciato precedentemente chiaramente), le noci tritate a farina, l'olio, l'aceto, la senape, il sale fino e poi frullare fino ad ottenere una crema densa senza grumi, ci vuole pochissimi secondi




lunedì 29 aprile 2013


SEITAN VEGTONNE' (VEGAN)


Una veganizzazione del crudele vitello tonnato, quindi una versione cruelty free. Ricetta buona, veloce da preparare e molto appagante, la dimostrazione che si può vivere benissimo e gustarsi le ricette culinarie senza contribuire a nessun tipo di massacro.

Ingredienti:
seitan a fette (circa 250 gr) 
240 gr di ceci cotti
1 cucchiaio di capperi sottoaceto
1/2 cucchiaino di senape
1 cucchiaino pieno di tahin
1/2 limone spremuto
sale fino
acqua q.b.

Preparazione: in una padella antiaderente si fa rosolare il seitan con un filo di olio e una spolverata leggere di sale fino questo procedimento viene fatto al fine di far asciugare un pochino il prodotto. Poi si prepara la crema mettendo tutti gli ingredienti nel frullatore ad immersione e si aggiunge acqua fino a che non si otterrà una salsina consistente ma morbida,  si assaggia di sale e se è il caso si corregge, alla fine si mettono le fettine in un piatto piano e si coprono con la salsa, volendo si possono fare anche degli strati prima di salsa e poi di setan e di nuovo di salsa. Mettere il piatto  a riposare in frigo per amalgamare i sapori.


domenica 28 aprile 2013


SALSA VERDE DI ANACARDI (RICETTA VEGAN CRUDISTA)


Questa salsina è un classico dell'alimentazione crudista, che cosa dire se non che è semplicemente squisita, dal momento che l'ho provata la prima volta ora ne ho una vera e propria dipendenza!. Assolutamente da provare.

Ingredienti:
 200 gr di anacardi
1 spicchio di aglio
1 limone bio spremuto
20 foglie di basilico 
20 foglie di rucola
3 cucchiai di olio extraverdine di oliva (spremuto a freddo)
1/2 cucchiaino di sale fino
Acqua q.b.

Preparazione: è semplicissima, si mettono gli anacardi in ammollo in acqua  x circa 8 ore che poi dopo averli scolati andranno aggiunti insieme agli altri ingredienti nella vaschetta del frullatore ad immersione, e via pochi minuti e la salsina è pronta. L'acqua va aggiunta nel caso risultasse troppo compatta (e comunque pochissima). Il risultato direi è eccellente, questa salsina spalmabile è ottima un po' su tutto, sulle fette di mais soffiato, con le verdure lesse e crude ecc...

FRITTATA DI ZUCCHINE E CIPOLLA    
 

FRITTATA DI ZUCCHINE E CIPOLLA (VEGAN

Trovo questa frittata molto buona, cerco di renderla un po' meno calorica soffriggendo con poco olio e l'aggiunta di un po' di acqua alle verdure, le dosi chiaramente sono per una piccola frittata, per circa due persone, questa volta mi è venuta un po' più alta perché ho usato una padellina piccola normalmente però la faccio un po' più bassina e mi piace anche di più. Naturalmente si può preparare con qualsiasi altra verdura che abbiamo in casa, questa combinazione è quella che preferisco.

Ingredienti:
1 cipolla piccola
1 zucchino piccolo
4 cucchiai di farina di ceci
1 cucchiaio di farina di mais
olio extravergine d'oliva
sale fino q.b.

Preparazione: far soffriggere in poco olio la cipolla tagliata a fettine sottili come pure anche lo zucchino, rigirare per qualche minuto e finire la cottura aggiungendo un pizzico di sale e un po' di acqua che si farà naturalmente assorbire. Nel frattempo si prepara una pastella frullando le due farine insieme all'acqua e al sale fino. Si aggiungono alla pastella le verdure soffritte o meglio stufate, si mescola il tutto e si versa in padella unta leggermente, dopo qualche minuto si rigira e si lascia cuocere anche dall'altra parte fino a che la frittata non acquista il colorito un po' dorato.

SEITAN CASALINGO





















 Per chi fosse interessato trascrivo la ricetta per fare il seitan casalingo, un alimento antico che ha avuto origine presso i monaci buddisti zen, cinesi e giapponesi, non spaventatevi quello che potrebbe sembrare particolarmente difficoltoso è in verità molto semplice, mi è venuto a primo tentativo....basta seguire con attenzione tutta la procedura. Se la famiglia è numerosa conviene raddoppiare le dosi perché il risultato finale sarà poi di un terzo inferiore. Nella ricetta ho usto laf arina bianca , ha molte persone piace molto quella di Kamut a me un po' meno perché trovo che abbia un leggero retro gusto di pesce, va bè si sa ognuno ha i suoi gusti.


Ingredienti per il seitan: 1 kg. di farina 0, acqua calda e una presa di sale fino ( circa 16 gr.)

Ingredienti per il liquido di cottura: in una pentola un po' larga mettere 2 litri di acqua,, 1 carota, 1 cipolla, 1 patata, 1 zucchina, 1 pomodoro maturo, 1 dado vegetale, 5 cucchiai di salsa di soia, odori a piacere, un pizzico di sale fino.

Procedimento: si inizia nel preparare il seitan: impastare con acqua calda ed il sale la farina fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea come per fare la pasta fatta in casa . (Con l'esperienza considerato che ho poco tempo e lo faccio spesso, per agevolarmi uso per impastare la macchina del pane ed il programma prima della cottura chiaramente) comunque anche a mano non è poi così tragica. Quando abbiamo ottenuto il panetto lo lasciamo riposare in un canevaccio per circa 1 ora e anche più, più si lascia riposare e meglio si elimina l'amido...passato questo tempo si mette sul fuoco l'acqua per il brodo avendo cura di tagliare a pezzetti le verdure, si aggiunge il dado,la salsa di soia gli odori a piacere e si lascia cuocere per 10 minuti e poi si abbassa al minimo...e si va ad incominciare a produrre il seitan, in una bacinella si sciacqua l'impasto sotto l'acqua calda per qualche minuto (gettando via il liquido) e poi si continua a risciacquare sempre con un movimento simile all'impasto, sotto l'acqua fredda per altri minuti e così fino a finire con l'acqua fredda e fino a che non sarà stato eliminato tutto l'amido e ci se ne accorge perché l'acqua risulterà limpida. A questo punto quello che rimarrà è solo il glutine che poi non è altro che il nostro seitan. Si forma un salsiciotto e si avvolge in un canevaccio e si lega con un cordino ai lati tipo caramella, si mette nel brodo e si fa cuocere a fuoco moderato per circa 1 ora. si tira su e si lascia raffreddare prima di tagliarlo a fette. Si conserva nella sua acqua in un contenitore di vetro chiuso per circa una settimana. Si può congelare.
P.S il canevaccio prima di usarlo è consigliabile lasciarlo in ammollo con acqua ed aceto per eliminare eventuali residui di sapone, andrà poi messo da parte per le prossime volte

giovedì 25 aprile 2013


MAIONESE VEGAN



Considerato che la maionese vegan si trova solo nei negozi specializzati ho provato a farla in casa e devo dire che posso ritenermi soddisfatta:  è velocissima da farsi, molto buona ed estremamente economica…..ho fatto subito un panino vegano a mio figlio e che dire è rimasto sorpresissimo perché pensava fosse maionese fatta con le uova!!! Può andare bene per fare l’insalata russa, per condire l’insalata e per fare panini e crostini caldi ecc… insomma provatela!!!

Ingredienti:
100 ml di latte di soia freddo da frigorifero (ho usato il latte della Cereal)
1/4 di succo di limone 
2 cucchiai di senape (circa 30 gr)
2 pizzicotti di sale fino (circa 4 gr.)
140 ml di olio di girasole (o di mais)
curcuma qualche grammo per dare un po' più di colore (facoltativo)

Preparazione: per la riuscita di questa maionese una mano me l'ha data sicuramente il frullatore ad immersione (cosidetto minipimer) che  ho azionato senza interruzione  facendolo salire e scendere in verticale e frullando tutti gli ingredienti eccetto l'olio, che si farà scendere piano piano. Mi sono aiutata nell'operazione tenendo la vaschetta stretta fra le ginocchia (visto che ho solo due mani eh, eh, bisogna arrangiarsi). Volendo ci si può anche fermare versare un pochino di olio e poi ripartire non succede niente, l'importante è insistere diversi minuti direi 5 o 6 fino al raggiungimento di un crema abbastanza densa (almeno per me). Chi la preferisse più consistente basta aggiungere sempre molto piano piano dell'olio, ma io direi che la quantità riportata è quella giusta a mio gusto naturalmente.

mercoledì 24 aprile 2013


GELATO CRUDISTA ALLA BANANA (VEGAN)


La primavera è arrivata (finalmente) e anche il caldo fra poco ci piomberà addosso, ma io mi sto già preparando. Oggi ho deciso di sperimentare questo gelato a base di sola frutta, sarà che a me la banana e il cocco piacciono moltissimo devo dire che è buono buono, la soddisfazione oltre al gusto poi è che sono riuscita a fare un gelato senza gelatiera e sopratutto l'idea che conosco la genuinità dei suoi ingredienti me lo fa gustare anche di più. Si può consumare così oppure possiamo anche aggiungere nocciole tritate, vaniglia, cannella ecc e poi se proprio vogliamo esagerare si può anche cospargere con del cioccolato sciolto tipo salsa sempre crudista, buono e facile da farsi, la ricetta però la posterò più avanti perchè devo ancora fotografarlo.

Ingredienti :
3 banane mature mi raccomando
1 cucchiaio di farina di cocco (facoltativo)



Procedimento: tagliare le banane a fette e farle congelare per 8 ore si tolgono dal congelatore e si frullano aggiungendo la farina di cocco. Più potente è il frullatore e meglio riesce il gelato, con un frullatore normale bisogna insistere un po' cercando di raccogliere con una spatola i pezzi che aderiscono alle pareti del contenitore, tempo breve si otterrà una massa spumosa che ricorda il gelato tradizionale.

lunedì 8 aprile 2013


Cotolette alla milanese (vegan)


Ma chi l'ha detto che non si possono fare le cotolette alla milanese senza le uova? La farina di ceci è un ottimo sostitutivo e questa ne è la dimostrazione. Ottime davvero, poi senza quel retro gusto di frescume tipico dell'uovo, queste milanese di seitan hanno veramente un gusto buonissimo,il bello poi è che rimangono croccanti e per niente unte !!!

Ingredienti:
seitan tagliato a fette
farina di ceci
sale fino acqua frizzante (o birra)
olio di girasole

Procedimento: sono semplicissime e velocissime da farsi, basta preparare una pastella di farina di ceci con acqua frizzante e un pizzico di sale fino, ci si bagnano le fettine e poi si impanano nel pangrattato e via con la frittura.


domenica 31 marzo 2013


Pomarola


Questa pomarola è fatta senza soffritto, ma non per questo è meno buona… adatta per condire la pasta, ma anche come ingrediente base per molte ricette al forno. Le dosi sono per un pomarola abbondante (in casa mia ne facciamo molto uso) e comunque si conserva in frigo in contenitori di vetro per almeno 5-6 giorni. Buona e facilissima da farsi.

Ingredienti :
4 scatole di pelati
1 bottiglia da 700 g di passata di pomodoro
1 cipolla medio/grande
2 carote grandi
1 po’ di sedano
1 po’ di basilico
1 bicchiere di acqua
60 ml di olio evo (da aggiungere quando è stata passata)
25-30 g di sale grosso
Procedimento:
Dopo aver pulito e lavato bene le verdure, tagliarle a pezzi piccoli e metterle in una pentola grande con i pelati, il passato di pomodoro, l’acqua, (non molta perchè i pomodori cuocendo rilasciano la loro acqua) il sale e far cuocere per 50 minuti. Si passa poi tutto con il passatutto, si aggiunge l’ olio evo, si rimette tutta la pomarola nella sua pentola e si fa ritirare sul fuoco per 20 minuti, mescolandola spesso. Ricordarsi di lasciarla raffreddare bene prima di metterla nei contenitori e in frigo.

venerdì 22 marzo 2013

Cipolle al cartoccio



Ma cosa c’è di più buono delle cipolle al cartoccio? Le cipolle cotte in questo modo sono un valido contorno per chi sta a dieta. Richiedono poco condimento e contraccambiano con tanto sapore.  I principali vantaggi della cucina “al cartoccio”, ovvero della preparazione di un alimento avvolto in un involucro per uso alimentare è quello di sfruttare contemporaneamente la salutare pratica della cottura al forno e quella del vapore, con quest’ultimo che si forma all’interno dell’involucro.

Ingredienti:
cipolle
olio extravergine di oliva
sale
aceto balsamico
Procedimento:
Quando ho visto queste cipolle del contadino non ho resistito le ho avvolte nella carta di alluminio e le ho fatte cuocere a 180° per circa 1 ora perché erano molto grosse, prima di spegnere il forno ho provato a bucarle erano morbide, ho spento e le ho lasciate raffreddare. Dopodiché le ho sbucciate, poi le ho messe a spicchi in un piatto e  condite con olio e sale (a chi piace ci si può mettere anche un filo di aceto) e le ho servite in tavola. Buonissime!!!!
Cipolle al cartoccio sotto la brace
Ingredienti:
cipolle
olio extravergine di oliva
sale
aceto balsamico
un camino con una bella brace
Procedimento:bisogna prendere le cipolle e accartocciarle dentro la stagnola, poi si infilano sotto la brace del camino. Si lasciano lì a cuocere per circa 30 minuti, dopodiché si tolgono, si apre la stagnola, si lasciano raffreddare un pò (accidenti se bruciano!) e si mangiano condite con olio, sale e aceto se piace.
Presto anche le patate, non vedo l’ora!!!!